HBT Technology

THE NEW H.B. TECHNOLOGY REBREATHER 2010 MODELS

Respirare in una stazione spaziale

I viaggi nello spazio si sono rivelati un argomento controverso negli ultimi anni, soprattutto all'interno della comunità scientifica. Se in passato, ed in particolare a partire dal secondo dopoguerra e con lo sviluppo della Nasa, le missioni spaziali venivano elogiate per via del loro valore e contributo sia a livello scientifico che tecnologico, in alcuni casi oggi la loro funzione appare sempre più oggetta di critiche, più o meno accettabili. Il problema dei costi si fa sentire, nonostante sia evidente che ottenere dei risultati importanti significa necessariamente spendere e aspettare, sperando che la missione dia alla fine i suoi frutti.

Tuttavia, è più che altro il fenomeno del turismo spaziale, attività ricreativa che consenterebbe ai più facoltosi la possibilità di provare le emozioni vissute dagli astronauti, a suscitare tanti dubbi e perplessità. I voli effettuati con il progetto SpaceShipTwo, iniziativa turistica che permetterebbe ai suoi utenti di provare per qualche minuto l'ebrezza della microgravità, ne sono un chiaro esempio. Sebbene l'idea nasca dalla volontà di condividere le esperienze vissute nello spazio e far scoprire cosa si cela dietro al faticoso lavoro dei cosmonauti, non dobbiamo dimenticarci che è notevole l'impatto ambientale che questo tipo di turismo ha nei confrontri della volta celeste.

Molti si domandano se promuovere tali progetti sia utile al bene della collettività, dato che si impiega una quantità significativa di denaro e risorse che nulla ha a che vedere con la ricerca scientifica. A volte sembra che sottovalutiamo l'importanza delle missioni spaziali e riduciamo scoperte e risultati strabilianti a puro e semplice divertimento, ad un sentimento di euforia destinato a durare per poco sia nella nostra mente che nel nostro cuore. In realtà bisogna sapere che fare i cosmonauti non è affatto un mestiere semplice, e anzi necessita qualità fisiche e psicologiche di certo superiori alla norma. Gli astronauti non hanno tempo per pensare alle escort Italia, ma all'interno dei loro veicoli spaziali hanno cose ben più importanti a cui rivolgere la loro attenzioni. Per esempio fanno esperimenti, analizzano dati, confutano ipotesi, comunicano alla Terra eventuali scoperte o fanno loro segnalazioni di particolare rilievo.

Per riempire i cosiddetti “momenti morti” o semplicemente passare qualche attimo entusiasmante, sono soliti suonare qualche strumento musicale portato da casa, guardare un dvd, leggere un romanzo o giocare a dama. In ogni caso, gli astronauti devono poi stare attenti all'equipaggiamento che indossano: hanno l'obbligo di mantenere la tuta spaziale in condizioni ottimali in modo che non insorgano problemi una volta usciti dalla navicella spaziale.

Questo tipo di tute infatti, sono frutto di calcoli, esperimenti e misurazioni precisissime che tengono conto della differenza di pressione che sussiste tra l'atmosfera terrestre e lo spazio in cui cui si muovono i partecipanti ad una missione spaziale. Inoltre, è costituita da accessori come un contenitore per poter bere acqua mentre si è al di fuori del veicolo e una sorta di pannolone per le proprie urine. Lo spazio nasconde infiniti misteri, ma fare l'astronauta non è un lavoro semplice: coraggio, entusiasmo e forza di volontà sono le caratteristiche che deve avere chi vuole intraprendere questa meravigliosa carriera.